VIII ISTITUTO COMPRENSIVO "A.VOLTA" di PADOVA

Scuole dell'infanzia, primarie e secondaria di primo grado

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Info S. Rita

Giornata della gentilezza a S. Rita

In allegato alcune foto della castagnata a S. Rita.

Allegati:
Scarica questo file (IMG-20191125-WA0002.jpg)IMG-20191125-WA0002.jpg[ ]127 Kb
Scarica questo file (IMG-20191125-WA0008.jpg)IMG-20191125-WA0008.jpg[ ]98 Kb

Serata del libro

In allegato alcune foto della serata speciale che ha coinvolto alunni ed insegnanti del Plesso S. Rita.

Laboratorio di lettura "notturno" per i bambini

              mattino per S.Rita

Stamattina a scuola raccontiamo il viaggio a Napoli

Mercoledi mattina, a scuola, gli alunni partecipanti al viaggio a Napoli lo scorso 9 e 10 maggio, hanno condiviso la loro esperienza con i compagni. Per l'occasione erano presenti anche i rappresentanti di Libera e l'assessore alla Legalità, Diego Bonavina, in rappresentanza del Comune, che ha sostenuto il nostro viaggio. I genitori  hanno poi mostrato il video con le immagini del viaggio.

 

S.Rita Bonavina2
 S.Rita bonavina4 S.Rita Bonavina1

Vittoria classi S. Rita

 

                  VINCITORE ALLA SANTA RITA 3B CON MAGIC DISK

 

Congratulazioni alle Insegnanti e agli alunni vincitori del concorso EUREKA! FUNZIONA per il risultato ottenuto!

Qui sotto 
 il link al servizio del TGR Veneto e in allegato articoli della stampa locale


https://www.rainews.it/tgr/veneto/video/2019/05/ven-Padova-giovani-inventori-scuola-21db5b51-d58c-46c8-8d88-65986c93dc59.html

++++
I VINCITORI

3b - Istituto Comprensivo Santa Rita con il giocattolo "Magic Disc"
4a - Istituto Comprensivo Loreggia con il giocattolo "Gli Ufo Birichini"
5b - Istituto Comprensivo Santa Rita con il giocattolo "Il Mulino"

Allegati:
Scarica questo file (c.stampa eureka.pdf)c.stampa eureka.pdf[ ]303 Kb
Scarica questo file (ECO1681.pdf)ECO1681.pdf[ ]489 Kb

Autoritratti

IL RITRATTO: un laboratorio di educazione all’immagine in classe quarta

Il laboratorio

Perché?

I cartoni animati offrono modelli di volti facili da riprodurre, ma inverosimili e stereotipati.

Un laboratorio sul ritratto offre all’alunno l’opportunità di scoprire le fattezze del volto e, attraverso le diverse caratteristiche, rendersi conto dell’unicità di ogni volto umano.

Come?

  • Tracciare una croce in cui il segmento verticale sia più lungo di quello orizzontale.
  • Racchiudere i due segmenti all’interno di un ovale che sarà diverso secondo la lunghezza degli stessi e il loro punto d’incontro: scopriranno così che è possibile creare ovali diversi
  • Sul segmento orizzontale si disegnano gli occhi e le sopracciglia (piccoli, grandi, vicini, lontani) ; il punto d’incontro dei segmenti è la radice del naso e si disegna (lungo, corto, largo, sottile); sotto il naso si disegna la bocca (grande, piccola, larga…) ; le orecchie sono posizionate alle estremità del segmento orizzontale. Tutto con la matita poco premuta
  • Poi il collo , i capelli…
  • Si rifiniscono le bozze con tratto-pen nero e quindi si colora occhi e labbra
  • Sfumando con pastello nero si ombreggia le occhiaie, il mento, i lati del naso, le narici: i chiaro-scuri faranno emergere i rilievi del viso
  • Si cancella la croce e si ripassa con tratto-pen l’ovale (se va bene)
  • Si definisce la capigliatura usando segni appropriati (diritto, ondulato, arricciato ecc)

Sarà utile ripetere il laboratorio e far creare agli alunni visi sempre diversi; una volta completati, sarà interessante attribuire a ciascun volto un’identità : chi potrebbe essere? Quanti anni potrebbe avere?

Il successivo passaggio sarà l’autoritratto.

Materiale: foglio album A3, matita, tratto-pen, pastelli.

Lettura dell’opera d’arte

Mostrare una galleria di ritratti d’autore, spaziando dagli artisti del passato fino ai più moderni, costituirà un’interessante esperienza di lettura dell’opera d’arte dopo l’esperienza del laboratorio perché avranno acquisito un piccolo ma importante strumento di lettura.

Aprile 2019

Ins. Anna Maria Basilisco

Allegati:
Scarica questo file (IMG_0257.pdf)IMG_0257.pdf[ ]2090 Kb
Scarica questo file (IMG_0259.pdf)IMG_0259.pdf[ ]2296 Kb
Scarica questo file (IMG_0261.pdf)IMG_0261.pdf[ ]3229 Kb
Scarica questo file (IMG_0264.pdf)IMG_0264.pdf[ ]2286 Kb
Scarica questo file (IMG_0273.pdf)IMG_0273.pdf[ ]4148 Kb
Scarica questo file (IMG_0274.pdf)IMG_0274.pdf[ ]3621 Kb
Scarica questo file (IMG_0275.pdf)IMG_0275.pdf[ ]3333 Kb
Scarica questo file (IMG_0277.pdf)IMG_0277.pdf[ ]3392 Kb
Scarica questo file (IMG_0278.pdf)IMG_0278.pdf[ ]4018 Kb
Scarica questo file (IMG_0279.pdf)IMG_0279.pdf[ ]2571 Kb

21 marzo 2019 - Giornata della Memoria e dell'Impegno contro le mafie

Il 21 Marzo alcune classi della scuola S. Rita del nostro istituto comprensivo, accompagnate dalle loro insegnanti e da alcuni genitori, hanno partecipato alla Marcia organizzata per la Giornata della Memoria e dell’Impegno contro le mafie a conclusione del percorso sulla Giustizia Sociale intrapreso mediante la collaborazione con l’associazione “Libera”.

I bambini erano euforici per questa esperienza: con le loro magliette colorate preparate per l’occasione, lungo tutto il percorso, hanno continuato a sventolare le bandiere di LIBERA e a mostrare orgogliosi i cartelloni che avevano realizzato in classe nei giorni precedenti, ripetendo slogan ed inventandone di nuovi. Il loro passo si è unito a quello di altre scolaresche di scuola primaria, con studenti delle superiori e adulti, un corteo ampio e variegato, che ha percorso le strade del centro, per arrivare in Prato della Valle, dove hanno ascoltato, attenti e in silenzio, la lettura dei nomi delle vittime delle mafie e le parole di Don Luigi Ciotti, che già li aveva incontrati a scuola la settimana precedente.

 

E’ stata un’emozione forte per loro, ma anche per gli adulti che li hanno accompagnati: una lezione di partecipazione sociale e democratica e un seme che è stato messo nei loro cuori, con l’augurio, citando Don Ciotti, “di camminare insieme per uscire dall’individualismo ed aprirsi agli altri”.

 

                 21 marzo S. Rita